Gli investigatori di OpenSymbol: cena aziendale con delitto

OpenSymbol2 Commenti

La cena aziendale con delitto di OpenSymbol
Tempo di lettura: 2 minuti

Cosa faresti se al ristorante, nel bel mezzo di una cena in compagnia, sentissi l’urlo straziante di una donna che ha appena scoperto la tragica dipartita di suo marito?

È esattamente quello che è successo a noi il 23 novembre: comodamente seduti ad assaporare una buona cena, siamo stati bruscamente interrotti da quello che poi si è rivelato un assassinio a sangue freddo.

Cosa potevamo fare se non aiutare nelle indagini? 🙂

Così è iniziata la nostra cena con delitto. Divisi in 5 squadre ci siamo dilettati nel trovare il responsabile dell’assassinio avvenuto all’interno di una galleria d’arte. Ovviamente non eravamo soli, ma con noi c’erano i personaggi più coinvolti nella vicenda:

Raffaele, fratello e socio del defunto Edoardo

Marina, artista eccentrica – non così talentuosa – e moglie di Edoardo

Michele, lo stagista della galleria

1 - Cena con delitto OpenSymbol

Raccontandoci le loro vicende sono iniziati i nostri ragionamenti, interrogatori, schemi mentali (e su carta) in veste di veri e propri detective – non a caso le nostre squadre si chiamavano Hercule Poirot, Sherlock Holmes, Miss Marple, Philip Marlowe e Commissario Maigret. Tra una portata e l’altra abbiamo studiato i personaggi, interagendo con loro per estrapolare le informazioni chiave che ci aiutassero a risolvere il mistero.

A stento sono bastati i fogli di carta per ciascun tavolo: ogni dettaglio era appuntato per non perdere il filo del racconto e per non perdere particolari importanti.

5 squadre, suddivise per tavoli, in competizione per un obiettivo comune: trovare l’assassino.

2 - Cena con delitto OpenSymbol

3 - Cena con delitto OpenSymbol

A dire la verità i personaggi più coinvolti nella vicenda non erano solo 3, ma anche qualcuno di noi ha calcato il “palcoscenico” della serata. Siamo diventati personaggi attivi della storia, per aiutare a dare maggiori dettagli sulla vicenda e scoprire che cosa fosse accaduto al povero Edoardo.

4 - Cena con delitto OpenSymbol

Alla fine il mistero è stato svelato:

lo stagista Michele, ritenendo Marina l’amore della sua vita e un’artista d’eccezione, ha ucciso Edoardo perché, non solo non riconosceva il valore inestimabile delle opere d’arte di sua moglie, ma la tradiva con la centralinista. Quello che lui riteneva un gesto d’amore si è rivelato nient’altro che un crimine a sangue freddo.

La squadra che più si è avvicinata alla soluzione è stata Poirot, proclamata come vincitrice per aver sbaragliato le avversarie.

Gli applausi però vanno a tutti i partecipanti, che hanno tirato fuori il loro lato investigativo, più o meno nascosto, e si sono messi in gioco.

5 - Cena con delitto OpenSymbol

Ancora una volta il lavoro di squadra si è fatto sentire in OpenSymbol!

Il contributo di ognuno ha reso possibile la soluzione dell’enigma ed è stato l’ingrediente segreto per una serata coinvolgente e sicuramente diversa dal solito.

Il nostro lato detective non viene stuzzicato solo durante le cene con delitto. Ogni giorno cerchiamo di svelare e risolvere le problematiche di chi ci ha scelti come “investigatori”.

Per noi è importante fare squadra non solo tra colleghi, ma anche con i nostri clienti.

Possono avvenire tanti delitti all’interno di un’azienda, che impediscono di creare relazioni di successo e di favorire la collaborazione tra team.

Se hai a che fare con uno di questi crimini da risolvere, sei nel posto giusto.




Non sei iscritto alla nostra newsletter? Questo è un vero delitto!

ISCRIVITI QUI

2 Comments on “Gli investigatori di OpenSymbol: cena aziendale con delitto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *