Newsletter: la checklist di Hubspot per non dimenticare nulla

HubSpot, Marketing, Marketing AutomationLeave a Comment

Come ottimizzare la Newsletter
Tempo di lettura: 4 minuti

La Newsletter è uno strumento eccellente di marketing a basso costo che permette di fidelizzare i lettori - creando con essi delle relazioni one-to-one - mantenendo vivo il loro interesse verso la tua azienda o i tuoi prodotti/servizi. Inoltre parliamo di un canale utile che favorisce la conduzione - senza alcuna forzatura - degli utenti su specifiche pagine di atterraggio (ad esempio dedicate alla proposta di una consulenza gratuita o alla vendita di un prodotto) aumentando, in questo modo, il traffico del sito.

Sicuramente creare una Newsletter di successo non è semplice in quanto ci sono molte attività da svolgere: proporre contenuti utili e interessanti, correggere il testo, creare le liste di destinatari, progettare l'e-mail in modo tale che funzioni per più caselle di posta elettronica e dispositivi, evitare di finire in spam.
Se hai creato la tua Newsletter e non stai ottenendo il massimo da questo potente strumento, allora questo articolo fa per te. Scopriremo assieme i segreti per una newsletter di successo.

Come migliorare la tua Newsletter valorizzando i tuoi contenuti

Per far sì che le Newsletter siano efficaci è necessario che alcuni aspetti siano seguiti con la massima attenzione.
Ecco 10 passaggi da tenere in considerazione per creare un'ottima Newsletter che contribuisca al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

#1. Definisci chiaramente l'obiettivo della tua Newsletter e individua i contenuti più rilevanti.
Prima di iniziare a scrivere il contenuto della tua Newsletter, definisci chiaramente il suo obiettivo, che dovrà essere in linea con gli obiettivi aziendali. Ad esempio, la Newsletter deve aiutarti a generare lead o deve aumentare il traffico al tuo sito web?
Una volta che hai definito l'obiettivo della tua Newsletter, dovrai stabilire lo stile comunicativo (tone of voice) che utilizzerai (il quale identificherà il tuo brand, i tuoi obiettivi e i tuoi valori) per poi individuare i giusti contenuti da proporre.

#2. Progetta il tuo modello.
Assicurati di avere un'idea di come apparirà la tua Newsletter prima di iniziare a scriverla. Così facendo saprai perfettamente quanto spazio avrai a disposizione per il tuo contenuto.
Come dovrebbe essere il design della tua Newsletter? Sicuramente esso dovrebbe essere anche ottimizzato per i dispositivi mobili, in quanto la maggior parte delle persone ormai apre la propria casella di posta elettronica prevalentemente tramite dispositivo mobile e non più desktop. 

#3. Imposta le giuste dimensioni. 
Sicuramente è importante assicurarsi che il design della tua Newsletter rientri nella larghezza di 600 px.
E per quanto riguarda l'altezza? La tua e-mail può essere più o meno lunga anche se - come regola generale -
è bene cercare di non far scorrere i tuoi iscritti per più di un secondo prima che raggiungano la fine del testo dell'e-mail. 

#4. Rendi ricco il contenuto della tua Newsletter.
Rendi ricca la tua e-mail offrendo diversi contenuti, come delle immagini o dei video che supportino il testo scritto (basti pensare, ad esempio, a dei tutorial).

newsletter

#5. Aggiungi token di personalizzazione e contenuti dinamici.
Aggiungi personalizzazione e contenuti dinamici. Diciamoci la verità: le migliori e-mail che riceviamo sono quelle che sembrano scritte appositamente per noi. Se vuoi che anche le tue Newsletter risultino così "personali" anche per i tuoi lettori, dovresti:

  1. Segmentare le tue email e scegliere il contenuto che piacerà a ogni singolo gruppo individuato; 
  2. Aggiungere dei token di personalizzazione;
  3. Aggiungere dei contenuti dinamici (come una CTA - Call To Action - dinamica). Sostanzialmente, grazie a questi contenuti è possibile cambiare il messaggio a seconda della segmentazione stabilita. Ad esempio, alcuni tuoi lead potrebbero vedere una CTA per poter interfacciarsi con i tuoi commerciali per una consulenza gratuita, mentre i tuoi clienti ne potrebbero vedere una differente che offre i biglietti per un evento riservato a loro. 

#6. Scegli l'oggetto e il mittente.
L'oggetto è un elemento essenziale che anticipa - in modo sintetico - il contenuto dell'e-mail e spinge l'utente a volerla aprire. Per questo motivo è importante che l'oggetto sia breve, chiaro, coerente e accattivante. Inoltre tieni a mente che il destinatario delle tue Newsletter deve ricordarsi di te: alcuni studi hanno evidenziato che inserire come mittente il nome di una persona reale aumenta le performance dell'e-mail stessa.

#7. Supporta il contenuto della tua Newsletter con il testo alternativo. 
Arrivati a questo step, l'e-mail sarà sostanzialmente pronta per essere inviata. Devi però ricordarti che - siccome non tutti i provider di posta elettronica caricano le immagini correttamente - è importante assicurarsi che il testo alternativo sia presente.

#8. Assicurati di essere conforme alla normativa legale.
Prima di premere "Invia", controlla che le tue e-mail siano tutte valide dal punto di vista legale. In particolare devi far riferimento:

  • alla legge CAN-SPAM, che richiede la presenza di un footer nella tua e-mail con l'indirizzo della tua azienda e, d'altro canto, la possibilità all'utente di disiscriversi dalle tue e-mail.
  • al GDPR, ovvero la legge sulla privacy approvata in Europa nel 2018 la quale prevede che le e-mail vengano inviate solo alle persone che hanno scelto manualmente di riceverle

#9. Prova diversi browser e caselle di posta elettronica.
I diversi provider di posta elettronica non leggono tutti il ​​codice e-mail allo stesso modo: ciò che sembra visualizzato correttamente su Gmail, non lo sarà su Outlook. Per questo motivo è necessario testare le e-mail nei browser e provider di posta elettronica più diffusi.
Grazie ad HubSpot - di cui OpenSymbol è partner certificato - puoi testare le tue e-mail per diversi provider (se vuoi approfondire questo tema, leggi "HubSpot: lo strumento per l'e-mail marketing").

#10. Invia l'e-mail e analizza i risultati.
Dopo esserti assicurato di inviare la tua e-mail solo a chi effettivamente vuole riceverla, premi "Invio"! Lascia passare qualche giorno e inizia poi a studiare i dati derivanti dall'invio della tua e-mail. I KPI delle Newsletter sono essenziali per comprendere, in primis, se la Newsletter ha avuto successo oppure no. Inoltre ti permettono di individuare eventuali errori ottenendo spunti utili per migliorare i successivi invii.


Crea una Newsletter che funziona e aumenta la fiducia dei tuoi lettori nei confronti del tuo brand

Rendi efficace la tua Newsletter, scarica l'ebook gratuito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.