Marketing Automation: 8 domande da porti per capire se ne hai bisogno

Marketing AutomationLascia un commento

Marketing Automation 8 domande per capire se ne hai bisogno

Se sei un marketer B2B, le tue giornate trascorrono senza sosta, ti destreggi in molte attività che sono solo una parte della tua routine quotidiana: email marketing, lead generation, social media activity, SEO e la lista continua.

I giorni sono lunghi, ma sembra che il tempo non sia mai sufficiente.

Se questo ti suona familiare, potrebbe essere il momento di prendere in considerazione uno strumento che può fare molto lavoro al posto tuo.

Molti esperti di marketing B2B hanno iniziato a ricorrere a piattaforme come la Marketing Automation, per automatizzare le attività di marketing manuali e ripetitive.

Ti ritrovi nelle situazioni elencate di seguito? Allora è arrivato il momento di aprire le porte alla Marketing Automation, per una nuova era delle tue attività di marketing B2B.

1. La tua azienda ha un ciclo di vendita lungo e complicato?

Più complesso o lungo è il ciclo di vendita, maggiore è il numero di punti di contatto necessari per interagire con i potenziali clienti, soprattutto nel momento in cui si avvicinano alle fasi finali del funnel di vendita.

2. Non hai modo di dare la priorità ai lead che il team commerciale dovrebbe seguire?

Senza un’attività di scoring, cioè di attribuzione di un punteggio, o di valutazione, può essere difficile classificare i prospect realmente interessati alla tua azienda e pronti per una trattativa di acquisto dei tuoi prodotti o servizi.

3. Il tuo CRM riesce ad automatizzare tutte le attività di cui avresti bisogno?

Il CRM è ottimo per la previsione delle vendite, la gestione delle attività e delle informazioni sul cliente, ma forse hai bisogno di maggiori funzionalità di  segmentazione e di uno strumento intuitivo per qualificare e assegnare i lead.

4. Hai poche informazioni sul ROI delle tue campagne?

Potresti essere in grado di ottenere numeri riguardo i ricavi, ma sapere quante e quali campagne sono in grado di restituirti il maggior ritorno sull’investimento (ROI) è ancora un mistero.

5. I team di marketing e vendita sono sempre in disaccordo?

Le tensioni tra il team marketing e commerciale sono comuni, soprattutto per quanto riguarda la qualifica e valutazione dei lead e l’attribuzione dei ricavi.

6. Hai un sacco di contenuti, ma non riesci a distribuirli nel modo giusto?

Senza uno strumento per indirizzare le comunicazioni e l’impossibilità di creare landing page o form, è difficile ottenere risultati da tutti i tuoi sforzi nella creazione di contenuti.

7. Desideri segmentare e indirizzare i lead, ma non hai i dati per farlo?

Non servono solo nome, cognome e indirizzo email per segmentare i lead. Hai bisogno di informazioni sulla loro geolocalizzazione, dati comportamentali, posizioni lavorative e altro.

8. Molti dei tuoi lead non sono pronti a comprare; le tue campagne ne tengono conto?

Senza uno strumento per “nutrire” e alimentare i tuoi contatti finché non siano pronti all’acquisto, rischi di indirizzare in modo sbagliato le tue campagne, facendoli fuggire e finire nelle mani dei tuoi concorrenti.

Ti ritrovi in una di queste situazioni? Se è così, potrebbe essere il momento di iniziare a prendere in considerazione uno strumento che può aiutarti a risparmiare un bel po’ di tempo: la Marketing Automation.
Dedicando meno tempo alle attività manuali e noiose, puoi finalmente concentrare le tue energie sulle iniziative di marketing nuove ed entusiasmanti che hai sempre avuto nella tua TO DO LIST, ma che non sei mai riuscito a concretizzare.

Fonte: Salesforce Blog




Vuoi vivere in prima persona tutte le potenzialità della Marketing Automation?
Contatta il nostro team dedicato, saremo lieti di aiutarti.

CONTATTACI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *