Dietro un grande CRM, c'è sempre una grande donna

OpenSymbolLascia un commento

Donne-OpenSymbol

Non molti lo sanno, ma prima che alcune tra le pagine più importanti della moderna storia dell’industria informatica fossero scritte da Bill Gates o Steve Jobs, molte donne hanno contribuito fortemente al settore della computer science.

Oggettivamente, l’informatica e, in generale, i temi legati al digitale e all’innovazione tecnologica, sono state competenze considerate per troppo tempo più affini all’universo maschile.

Fatto sta che nella storia ci sono state e ci sono donne “nerd”: informatiche, scienziate, ricercatrici, innovatrici, top manager di aziende tecnologiche.

Sono figure importanti, perciò non vanno dimenticate.

Soprattutto perché possono essere d’esempio alle generazioni presenti e future di giovani donne interessate all’innovazione tecnologica.

Qualche esempio di donne che hanno lasciato il segno nel mondo dell’informatica:

Ada Lovelace, figlia del più celebre poeta Lord Byron, ha posto le basi per la nascita dei moderni computer;
– L’inglese Grace Murray Hopper è stata la madre dei motori di ricerca;
Hedy Lamarr, un’affascinante attrice, ha brevettato un sistema di crittografia padre dell’odierno wireless.

Vogliamo anche ricordare chi sta tuttora scrivendo capitoli importanti in ambito tech:

Ginni Rometty, CEO di IBM dal 2012;
Susan Wojcicki, CEO della piattaforma web di visualizzazione e condivisione video più famosa al mondo, YouTube;
Sheryl Sandberg, direttrice operativa di Facebook,
e molte altre – ci servirebbe più di un post nel nostro blog per citarle tutte.

Noi oggi però, vogliamo celebrare anche (e soprattutto) le donne di OpenSymbol.

Ci presentiamo:

Elisa e Sara, le markettare;
Giulia, Laura e Stefania, ambasciatrici di OpenSymbol, quelle che ci mettono la faccia;
Deborah e Rachele, che hanno sempre tutto sotto controllo;
Anna, Giada e Jessica, che dal backstage fanno sì che tutto proceda nel verso giusto;
Alessandra ed Elisa, le problem solver;
Emanuela, Isabella e Jennifer, le “smanettone”.

Siamo 15 appassionate di CRM e costituiamo il 25% di OpenSymbol.

La più giovane di noi ha 22 anni e la “meno giovane”…beh non si dice!

Siamo instancabili, nel senso che non ci occupiamo solo di marketing, sales, project management, after-sales, administration e development, ma alcune di noi sono impegnate anche nel ruolo più arduo e di responsabilità: essere mamma.

Inoltre, non siamo solo colleghe, ma compagne di squadra, ognuna con le sue capacità, con i propri talenti e particolarità.

Oggi OpenSymbol si tinge di giallo con 15 mimose sopra le nostre scrivanie, che ci ricordano l’importanza, la bellezza e l’orgoglio di essere donne.

Anche perché diciamocelo..this is a man’s world, but it wouldn’t be nothing without a woman or a girl.

Buona festa della donna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *