CRM: 5 falsi miti da sfatare

CRMLascia un commento

Non lasciarti fuorviare dai miti più comuni sul CRM. In questo articolo li sfatiamo uno per uno. Dacci un'occhiata!

Ne sentiamo parlare nei social media, lo leggiamo nei forum e ne veniamo a conoscenza confrontandoci con esperti di settore e altre realtà che operano in ambito CRM: ci sono molti clienti che si sono pentiti di aver investito in questa piattaforma e che non sono del tutto soddisfatti.

Ma come sono giunti fino a questo punto? Molte aziende di software hanno proposto soluzioni di CRM col solo fine di chiudere la vendita, anche a costo di spingere verso l’acquisto di soluzioni antiquate o ben distanti dal soddisfare le reali esigenze dei clienti.

L’impatto negativo è palpabile ed inesorabile: scegliere il CRM sbagliato non fa fare il salto di qualità al tuo business, al contrario, lo mantiene limitato e non dà controllo sulla Customer Experience, lasciando poi agli utilizzatori il lavoro più difficile. In sintesi, troppo spesso il progetto finisce per costare molto più del previsto.

Date queste premesse, oggi vogliamo sfatare alcuni falsi miti sul CRM che magari, in passato, ti hanno portato a fare la scelta sbagliata. Esiste una nuova generazione di CRM, e di partner per implementarli, che invece aiuta a trasformare le aziende iniziando proprio dalle relazioni con i clienti, sin dal primo contatto fino al loro ultimo acquisto, e oltre!

Mito # 1: Devo scegliere il CRM più diffuso per stare al passo con la concorrenza.

Fare la stessa cosa che fanno tutti gli altri è in realtà un rischio. Perché? Perché è il peggior modo per differenziare il tuo business. Dopotutto è questo che la tua azienda sta cercando di fare, no? Essere migliori significa essere diversi. Se vuoi distinguerti, prendi in considerazione un CRM adatto a quelle che sono le TUE esigenze:  trasformerà le tue relazioni con i clienti, darà nuova energia a tutti i dipendenti e ti aiuterà a fornire una Customer Experience davvero eccezionale.

Le aziende che ce la fanno, in quest’epoca di clienti super informati e con alte aspettative, vincono perché creano la migliore esperienza e le migliori relazioni possibili. Continuando ad usare sempre la stessa vecchia piattaforma CRM, finirai per offrire sempre la stessa vecchia Customer Experience.

Non aver paura a chiedere e pretendere di più dal tuo CRM, per distinguerti dalla concorrenza devi spingerti oltre la media.

Mito # 2: Il cloud è il futuro, quindi valuto solo il cloud.

Dieci anni fa, i vendor che si erano inventati nuove offerte SaaS dovevano per forza creare le loro infrastrutture cloud. Ma da allora è passato molto tempo.

È giunto il momento, per chi utilizza il CRM, di scegliere piattaforme più sofisticate e modelli di deployment che soddisfino al meglio il proprio business, la sicurezza e le esigenze normative. Oggi, si trovano cloud moderni in Amazon, Google, IBM, etc.

Questi ambienti cloud evoluti sono più accessibili, flessibili, affidabili e sicuri rispetto a qualsiasi cloud di proprietà dei vendor. Ancora più importante, offrono qualcosa di fondamentale: la scelta – senza dimenticare le proposte e opzioni di cloud privati e ibridi.

Fai in modo che sia l’implementazione del CRM ad adattarsi alle tue esigenze di business, non il contrario!

Mito # 3: Devo acquistare diverse “suite” per ciascun reparto aziendale.

Le aziende sono organizzate in base a funzioni e reparti. Il concetto di “suite” di CRM per i diversi dipartimenti aziendali spesso blocca le imprese nelle loro vecchie abitudini, utilizzando tecnologie CRM ormai obsolete per supportare tutte le attività dei team e dei reparti separatamente, suddividendole per “silos aziendali”.

Scegliendo più suite e sviluppando piattaforme separate a supporto del reparto commerciale, marketing e customer service, non si fa altro che aumentare la complessità e i costi per gli utenti. Significa anche cercare di integrare soluzioni diverse, cosa che a volte può risultare difficile, anche se sono dello stesso fornitore.

Diamo uno sguardo invece al vero scopo del CRM. A cosa ti serve? Non è per costruire migliori relazioni con i clienti? Non dovrebbe essere usato da tutto il personale che interagisce con loro – indipendentemente dall’area aziendale di cui fa parte?

Mettendo a disposizione un’unica soluzione CRM ai tuoi dipartimenti aziendali, assicuri che tutti siano al corrente sullo stato presente, passato e futuro di ogni cliente, favorendo migliore collaborazione e una maggiore produttività globale.

Mito # 4: Quando si parla di CRM, il prezzo “di listino” è solo l’inizio.

Per troppo tempo le aziende e le software house hanno lavorato con modelli di pricing molto complessi, che alla fine rendono molto difficile sapere il costo effettivo del CRM.

I vendor pubblicano prezzi che all’inizio  sembrano apparentemente semplici, ma che poi richiedono sforzi e tempi per capire realmente tutti i limiti e le spese aggiuntive a cui si andrà incontro quando arriva il momento di adattare il sistema per fare quello di cui si ha effettivamente bisogno. Questi includono:

  • Il sovrapprezzo per l’utilizzo del sistema, che spesso è molto difficile da calcolare e mettere a budget.
  • Le tariffe per le chiamate API, il che significa collegarsi ad altre fonti di dati.
  • Le spese di storage-based, che possono lievitare memorizzando file di grandi dimensioni, come PDF o Power Point nel sistema.
  • Le spese addebitate per l’accesso alle funzioni mobile.

Per fortuna non tutti i vendor si comportano così! Prezzi semplici e trasparenti dovrebbero essere la regola, così chi finalmente decide di adottare un CRM, ne farà un fattore di differenziazione strategico, ad un costo che rientra in ciò che era stato preventivato.

Chi si avvale della piattaforma deve essere in grado di effettuare il maggior numero di chiamate API in libertà, non deve avere limiti di spazio per memorizzare i dati e soprattutto non essere sorpreso da costi inaspettati.

Mito # 5: Il mio fornitore CRM non potrà mai essere un vero partner.

Un partner dovrebbe fare in modo di instaurare un rapporto aperto e leale che crei forte fiducia, si tratta di una componente importante in ciascun progetto CRM.

Avere a cuore la buona riuscita di un progetto CRM per ciascuno dei nostri clienti ci permette di instaurare relazioni di fiducia durature, un carburante importante che ci ha dato la giusta energia in questi 14 anni di attività – e che continuerà a farlo!

Integrare persone, processi e sistemi per costruire straordinarie relazioni con i tuoi clienti: sfatare questi 5 falsi miti sul CRM è il primo passo per il raggiungimento di questi obiettivi.

I vendor di CRM di prima generazione hanno fornito tantissimi software, ma non hanno aiutato veramente le aziende a ottenere quanto prestabilito.

È ora di uscire dal coro e di differenziarsi, smettendo di accettare proposte convenzionali da parte di partner non all’altezza.




Stai pensando di implementare un CRM?
Non lasciarti sviare da questi falsi miti. Meriti il meglio!
Siamo la prima CRM company in Italia e da 14 anni ci occupiamo solo di questo.

SIAMO IL PARTNER CHE STAI CERCANDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *