“Credo segretamente che il marketing sia sottovalutato nella mia azienda. Il CRM può aiutarmi? Come posso mettere il marketing nel posto che gli spetta?”

Se sei su questa pagina, c’è la buona possibilità che tu sia un Marketing Manager.
Se invece non ti occupi di marketing, c’è la possibilità che ti occupi di vendite oppure che tu sia un IT Manager. O magari, che tu sia il boss.

Elisa Pelizzaro - Marketing Manager
Risponde Elisa Pellizzaro

Marketing Manager di OpenSymbol.

Se hai l’impressione che il marketing venga sottovalutato nella tua azienda, c’è l’ottima possibilità che tu abbia ragione, se non altro da un punto di vista statistico.

Diversamente da quanto accade nelle aziende americane dove il ruolo del marketing è mediamente più consolidato ed apprezzato, in Italia si incontra ancora il terribile pregiudizio che vuole i marketer come semplici “impaginatori di brochure” o “mittenti di newsletter”.

Se questo è il caso della tua azienda, la buona notizia è che c’è sicuramente un ampio margine di miglioramento che potrebbe essere sfruttato per aumentare le vendite.

Per mettere il marketing al posto che gli spetta in azienda, il primo consiglio che mi sento di darti è di spiegare ai tuoi colleghi (in particolare ai commerciali), che una buona strategia di marketing è in grado di generare costantemente dei potenziali clienti interessati ad acquistare dalla tua azienda.

In particolare, fra questi potenziali clienti (che in gergo chiamiamo lead), è possibile selezionare i più propensi ad effettuare un acquisto, in modo che possano essere ricontattati da un commerciale.

“Una buona strategia di marketing è in grado di generare costantemente dei potenziali clienti interessati ad acquistare dalla tua azienda.”

Questa pratica ha almeno tre vantaggi evidenti:

  • i commerciali possono “andare sul sicuro”, contattando solo i clienti che hanno la maggiore probabilità di acquistare dall’azienda
  • i potenziali clienti che sono maggiormente propensi all’acquisto (i cosiddetti “lead caldi”) riceveranno volentieri una telefonata o un’email da parte di un commerciale che li possa aiutare nella scelta
  • i potenziali clienti che non sono ancora pronti all’acquisto (i cosiddetti “lead freddi”) non saranno disturbati prematuramente, ma viceversa saranno progressivamente indottrinati con comunicazioni di marketing allo scopo di accrescere il livello di conoscenza dei prodotti o servizi che l’azienda propone

Naturalmente, lo strumento che permette di ottenere questi risultati è il CRM.

Oltre ad aiutare i commerciali nella loro attività, il CRM è in grado di mettere a disposizione tutti i dati che servono per poter prendere delle decisioni migliori, e di farlo in maniera semplice ed accessibile.

Ma attenzione: il CRM non può fare tutto da solo: affinché un progetto CRM funzioni, è necessario che:

  • l’azienda sia consapevole delle reali potenzialità del marketing, del ruolo che gli spetta in azienda e di come il CRM può aiutare tutta l’azienda, non solo il marketing
  • gli utenti del CRM ne comprendano lo scopo e lo utilizzino fattivamente, beneficiando dei vantaggi dati dal suo utilizzo

Quest’ultimo punto in particolare, è cruciale: se un CRM non viene utilizzato dai suoi utenti, la sua efficacia in azienda viene progressivamente compromessa.

Se ti stai chiedendo da dove iniziare per valorizzare le attività di marketing della tua azienda, contattami tramite il form che trovi qui sotto.

A presto!

Elisa Pellizzaro
Marketing Manager
OpenSymbol

Scopri le best practice per gestire il cambiamento con il CRM: scarica l'eBook!

Il CRM visto come gestione del cambiamento - ebook