Come accelerare la trasformazione digitale grazie ai dati dei clienti

CRM, Digital TransformationLeave a Comment

RIVA Egine Dati clienti
Tempo di lettura: 4 minuti

Quando parliamo di "shareholder value capitalism" facciamo riferimento a un concetto - sviluppato a metà degli anni '70 - attribuito a diversi economisti. Questa filosofia - che sta cominciando a decadere - mette al centro dell'economia la società, i profitti e i rendimenti degli azionisti.

Peter Drucker - il padre del Management d'impresa - ha teorizzato che i profitti e il valore degli azionisti ("shareholder value") sono il risultato diretto della fornitura di valore che soddisfa le esigenze dei clienti (e non viceversa). Inoltre, Jack Welk - che sposava il pensiero di Drucker - aggiunse che vi sono solo due fonti di vantaggio competitivo:

  • la capacità di comprendere i nostri clienti in un modo più veloce rispetto alla concorrenza;
  • la capacità di trasformare l'apprendimento in azione, in tempi brevi.

Mettendo il valore del cliente al centro, le aziende (come - ad esempio - Netflix, Shopify, TikTok) diventano portavoce del potenziale del capitalismo fondato sul cliente.
Queste aziende hanno abbracciato la trasformazione digitale: esse, sfruttando i dati dei propri clienti, imparano a conoscerli e a trasformare tale conoscenza in un'azione specifica.
Tuttavia, questa trasformazione non è un processo semplice, in quanto mette le aziende nelle condizioni di migrare da un "approccio incentrato sugli azionisti" a un "approccio incentrato sul cliente".

Riva operazione dati clienti

L'importanza dei dati nell'era del cliente: trasformare i dati in opportunità

Al giorno d'oggi la maggior parte delle aziende raccoglie tutti i tipi di dati riguardanti i clienti, in quanto creano un vantaggio competitivo.
In passato questi dati venivano tradizionalmente archiviati in sistemi ERP o contabili (piattaforme che - non essendo state progettate per supportare le attività di un'azienda focalizzata sul cliente - finivano a contenere dati che non descrivevano a 360° il cliente).
Ecco che entrano in scena le operazioni sui dati dei clienti.

"Già 15 anni fa abbiamo osservato che i nostri clienti erano diventati sempre più consapevoli che i dati dei loro consumatori contenevano un valore estremamente elevato. Un valore che, purtroppo, non veniva sfruttato a pieno a seguito delle limitazioni imposte dalla tecnologia da loro adottata.", afferma Aldo Zanoni, co-fondatore e CEO di Riva International (fornitore leader di soluzioni per l'integrazione dei dati dei clienti).
"In qualità di una giovane azienda che sviluppa software, eravamo nel posto giusto al momento giusto. Abbiamo rapidamente guadagnato una reputazione per la creazione di una piattaforma che ha aiutato i nostri clienti a sfruttare l'oro nascosto nei dati dei loro consumatori, dati che erano intrappolati nella loro tecnologia.".

RIVA Aldo Zanoni CEO

Riva International è una realtà che offre tecnologie innovative (basate sui dati dei clienti) volte ad aiutare i professionisti delle vendite, del marketing e dei servizi ad approfondire le relazioni con i clienti e a raggiungere gli obiettivi strategici.
Grazie alle operazioni sui dati dei clienti, le aziende possono ora separare i propri dati dal software in cui sono ospitati.
Robuste operazioni sui dati consentono alle aziende di estrarre le informazioni essenziali dei clienti (ad esempio, da e-mail, contatti e inviti a riunioni) e inserirle nel contesto di conversazioni, relazioni e collaborazioni. Ciò permetterà alle aziende di usufruire di dati "arricchiti", i quali consentiranno loro di creare valore per il cliente.

Integrazione dei dati su larga scala: sicura e veloce

"Dal punto di vista del cliente, le operazioni sui dati sono essenzialmente invisibili.
Quando l'integrazione dei dati funziona come dovrebbe, i membri del team aziendale dispongono di un'immagine più completa e attuale di ciascun consumatore. Ad esempio, quando un cliente contatta l'azienda, essa sarà in grado di anticipare e soddisfare le sue esigenze.
Questa integrazione permette di mettere i dati corretti nelle mani dei dipendenti per migliorare l'esperienza del cliente. Inoltre essa fornisce un aiuto ai dirigenti nella definizione delle decisioni, in quanto i dati sono più accurati, completi e vengono contestualizzati in una relazione tra il cliente e l'azienda.", afferma Aldo Zanoni.

In termini più semplici, le operazioni sui dati permettono di democratizzarli eliminandone i vincoli di utilizzo imposti da applicazioni specifiche.
Poiché i dati raccolti dalle aziende sono spesso sensibili o regolamentati, una democratizzazione sfrenata può creare enormi rischi per la sicurezza e la conformità.
Di conseguenza, la raccolta, l'analisi e la preparazione dei dati per creare valore per il cliente è solo il primo passo del processo. Il passaggio successivo consiste nello sfruttare tali informazioni regolandone l'accesso e adottando misure per assicurarne l'uso sicuro e conforme.

Garantire la sicurezza dei dati dei clienti è una responsabilità fondamentale delle aziende nell'era del capitalismo dei consumi. La scelta di un partner collaudato per le operazioni sui dati dei clienti dimostra l'impegno di un'azienda a mantenerli al sicuro.
È anche una salvaguardia dalle sanzioni e dai danni alla reputazione associati all'abuso o alla violazione dei dati.

"I clienti si affidano a Riva International per onorare le promesse sulla sicurezza dei dati che fanno ai loro clienti e per assicurarsi che il loro utilizzo sia conforme alle normative vigenti.", afferma Stéphane Zanoni (co-fondatore e Chief Technology Officer di Riva International).

La piattaforma offerta da Riva International è un'architettura pass-through.
Sostanzialmente, Riva acquisisce e contestualizza i dati ottenuti, ad esempio, da e-mail, contatti, attività. Successivamente li pulisce, standardizza gli attributi e aggiunge dei metadati per fornire ad essi maggiore significato e pertinenza. Infine, Riva crea dei flussi di dati (scalabili e sicuri) per sincronizzare le informazioni tra, ad esempio, il CRM e le piattaforme di posta elettronica (come Outlook). In questo modo, Riva diventa un vero e proprio condotto che collega - in modo intelligente - delle piattaforme separate massimizzandone l'utilizzo

Un nuovo step nella tecnologia della trasformazione digitale

Con l'accelerazione del movimento verso il capitalismo fondato sul cliente, le aziende hanno riconosciuto il potere - sempre maggiore - del consumatore e, d'altro canto, i limiti che devono affrontare se utilizzano dei software sviluppati con una logica non orientata al cliente.
I fornitori di CRM e di servizi cloud si sono mossi per colmare questa lacuna, ma senza l'accesso ai dati dei clienti (contenuti in e-mail, calendario, contatti e attività) le loro intuizioni sui clienti risultano spesso inopportune e incomplete.

Stephane Zanoni RIVA

"I nostri partner CRM sono molto competenti nel loro settore, ma sono consapevoli che ciò che facciamo alla fine migliora il valore che sono in grado di offrire ai loro clienti. 
Ecco che noi possiamo concentrarci sul miglioramento dell'efficienza della nostra piattaforma per le operazioni sui dati (chiamata Riva Relationship Engine), mentre i fornitori di CRM possono dedicarsi al miglioramento della potenza delle loro soluzioni.
I clienti potranno, dalla nostra unione, usufruire di prodotti e servizi più reattivi e le aziende riusciranno a scalare il loro successo dirigendosi verso un mercato sempre più focalizzato sul cliente."
, afferma Stéphane Zanoni.

Al giorno d'oggi, le operazioni sui dati dei clienti sono conosciute come un nuovo livello nello stack tecnologico, progettato per accelerare la trasformazione digitale delle aziende di tutte le dimensioni. Ecco che Riva può massimizzare il valore del tuo CRM e non solo.

Autore: Stéphane Zanoni, CTO di Riva 
https://www.rivaengine.com


OpenSymbol è partner di Riva International. 
Contattaci per informazioni aggiuntive.

CONTATTACI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.